Salta al contenuto
DigitalEsterneSport

MKERS PRIMO TEAM ITALIANO PRESENTE ALL’ESPORTS WORLD CUP DI RIYAD

MEDIAKEY

Mkers S.p.A., società leader nel settore degli esports e del gaming in Italia, di proprietà tra gli altri di Daniele De Rossi, Alessandro Florenzi e Marco Parolo, rafforza la sua presenza sulla scena internazionale con l’acquisizione di un nuovo team per il titolo di gioco Apex Legends nel circuito Pro League Apac. A distanza di un mese e mezzo dal lancio del team di Rainbow Six in orbita Pro League Nordamericana, questo nuovo investimento sottolinea la strategia della società di raggiungere i principali palcoscenici esports globali. Un nuova sfida su uno dei titoli sparatutto più famosi targato EA Sports, free-to-play di tipo battle royale 3v3.

Il team Mkers si è aggiudicato la partecipazione all’Esports World Cup 2024 a Riyad, il più importante evento mondiale di esports, organizzato dall’ Esports World Cup Foundation e ESL. Sostenuta dal governo dell’Arabia Saudita come iniziativa del Saudi Vision 2023, su cui sono stati stanziati $60 milioni di montepremi, la Coppa del Mondo ospiterà a fine luglio tra i titoli di gioco anche Apex Legends. Nel nuovo emergente distretto di gaming & esports a Riyad, città che sta diventando il centro del gaming mondiale, Mkers avrà la possibilità di sfidare alcuni dei migliori team internazionali come Fnatic, DarkZero Esports e TSM, Virtus.pro. In attesa di questo grande evento, che rappresenta un sogno per l’unica realtà italiana a partecipare, il roster sarà impegnato a partire dal 1º Giugno nella Pro League Apac.

In questo nuovo percorso, il team vestirà una jersey special edition su cui saranno presenti, oltre allo sponsor tecnico Umbro, anche i brand Randstad Italia come main partner, ed Escout.gg, la prima piattaforma esports dedicata allo scouting di settore, che sfrutterà l’opportunità di visibilità offerta dal prossimo mondiale saudita per il l’uscita della campagna teaser. Paolo Cisaria, Coo di Mkers, sottolinea “La partecipazione a Riyad e l’investimento in team internazionali evidenziano il nostro focus ad espanderci oltre la scena esports italiana, puntando strategicamente sull’ecosistema internazionale, dove il valore degli esports, sia per le società sia per i proplayers, è pienamente riconosciuto e valorizzato”.