FCP-ASSOGO TV: APRILE 2024 - MEDIAKEY
Salta al contenuto
Aziende e carriereEsterne

FCP-ASSOGO TV: APRILE 2024

L’Osservatorio FCP-Assogotv (di cui fanno parte le Concessionarie: Class, Grandi Stazioni e Mediaone), ha raccolto i dati relativi al fatturato pubblicitario del mezzo GO TV, nel mese di Aprile 2024. Aprile 2024: i dati evidenziano per il mese di Aprile 2024 un fatturato totale di  € 936.118,00 pari al -4,2% sul 2023. Gennaio- Aprile 2024: i dati evidenziano per il periodo Gennaio-Aprile 2024 un fatturato totale di € 3.154.796,00 pari al +0,1% sul 2023.

Qui di seguito il commento di Angelo Sajeva, Presidente FCP-Assogotv: ” La GoTv nei primi 4 mesi del 2024 con oltre 180 brand in pianificazione, ha confermato la sua capacità di attrarre nuovi investitori e di consolidare il rapporto con chi ci aveva già scelto in passato: il 30% dei marchi in comunicazione ha pianificato i nostri canali per la prima volta in assoluto, mentre una parte consistente di chi già ci aveva testato nel corso del 2023 ha scelto di estendere la propria presenza con pianificazioni più lunghe, con più di un brand che ha optato per pianificazioni di continuità sui 4 mesi. A livello merceologico i marchi del Turismo e Tempo Libero si sono confermati i più presenti, seguiti dalle aziende utilities e dal pharma; tra i settori più in crescita la distribuzione alimentare con i principali brand nazionali che ci hanno scelto per le promozioni di prodotto, ma anche per le comunicazioni istituzionali di positioning. La possibilità di veder combinate in un unico media l’efficacia e l’impatto della TV, il linguaggio e la flessibilità tipici del web e la possibilità di intercettare le audience nel daytime quando le pressioni pubblicitarie sono più rarefatte (in particolare sui pubblici più dinamici e attivi) rappresentano la reason why principale di scelta. Il poter poi contare su strumenti di analytics sempre più performanti e dettagliati costituisce una rassicurazione in più, che spinge clienti e agenzie ad inserire in strategia i nostri network”.