Salta al contenuto
Aziende e carriereEsterne

DATAZ SCEGLIE LA TECNOLOGIA HIOP PER RIVOLUZIONARE IL MARKETING ANALITICO DELLE STARTUP CON AI E BIG DATA: NASCE SHERPAZ, LA PIATTAFORMA PER MASSIMIZZARE IL RENDIMENTO DEI CANALI ONLINE

Nel fervente mondo delle startup, l’Intelligenza Artificiale (AI) si può paragonare al motore di un’auto da corsa che prepara la sua gara verso il futuro. Ma c’è un piccolo problema: senza il carburante giusto, vale a dire i dati, anche la più potente delle macchine rimane ferma al punto di partenza. Analizzare i dati può essere come addentrarsi in un labirinto senza una mappa, specie per le giovani startup che, nelle fasi iniziali, devono affrontare sfide complesse e un percorso costellato di ostacoli. Tutto ciò richiede investimenti importanti, ma con poco tempo a disposizione e, sempre più spesso, l’accesso a servizi di elaborazione dati e team di ingegneria software specializzati sembra un miraggio.

Proprio in questo scenario si colloca la collaborazione tra Hiop e Dataz. Hiop è una startup deep tech italiana in ascesa nel panorama tecnologico europeo, che realizza un nuovo tipo di software backend per disegnare, spostare e arricchire i dati con l’intelligenza artificiale. Dataz è un’agenzia che fornisce consulenza specializzata e servizi di data management e data strategy, digital strategy e performance marketing alle aziende e che, sul motore tecnologico Hiop, ha realizzato una nuova piattaforma SaaS per consentire ai team di marketing di prendere decisioni cruciali e ottimizzare il loro lavoro quotidiano attraverso i dati.

Sherpaz, questo il nome della piattaforma Dataz, è già diventato uno strumento centrale per i team early adopter che stanno beneficiando di dati e informazioni efficaci provenienti da decine di milioni di eventi multicanale. A fare la differenza, nel cuore della piattaforma, è l’applicazione dell’esperienza di Dataz con brand di successo e clienti autorevoli, che si trasforma in uno strumento completo e flessibile attraverso la tecnologia all’avanguardia di Hiop.

In Italia, il valore del mercato dell’AI ha raggiunto i 422 milioni di euro nel 2022, con una crescita del 21,9% in un solo anno, e si prevede che raggiungerà i 700 milioni di euro entro il 2025. Nel 2023, la quota degli investimenti totali in capitale di rischio (venture capital) in AI e Machine Learning è aumentata di circa 13 punti percentuali: ciò dimostra che gli investitori nutrono un interesse sempre maggiore per questa tecnologia trasformativa. Già il 19,4% delle startup italiane dichiara di aver adottato l’AI; un dato che, seppur inferiore rispetto al 24,3% delle grandi imprese, spicca significativamente rispetto agli SME (5,3%), e che delinea una maggiore propensione all’innovazione tra le giovani imprese.

Tuttavia, nonostante l’entusiasmo suscitato dall’enorme potenziale dell’AI, le startup faticano ad implementare questa tecnologia, specialmente quando si tratta di gestire un alto volume di traffico web ed estrarre informazioni utili dal caos dei dati, a causa di disponibilità economiche e di organico limitate.

In un contesto dominato da piccoli tool frammentati e complessi, inaccessibili ai non addetti ai lavori o comunque orientati a ben specifiche analisi o esigenze, Dataz ha individuato in Hiop un supporto strategico: un ecosistema completo su cui poter creare una nuova linea di servizi e attività altamente innovative, in grado di raccogliere e integrare i dati necessari, interni ed esterni, con strumenti accessibili per una startup ma già scalabili per il futuro.

“Siamo orgogliosi di aver stretto una partnership con una realtà di settore come Hiop. Le aziende sono sommerse da enormi quantità di dati, dalle informazioni sui clienti a insight su prodotti e performance digitali. Diventa quindi prioritario valorizzarli opportunamente, in quanto i dati grezzi mancano di significato senza un’analisi strategica e un’accurata interpretazione. La sfida per le imprese sta proprio nel trasformare questi dati in informazioni tangibili, utili per consentire loro di fare scelte informate. La nostra soluzione SaaS va proprio in questa direzione: fornire alle aziende uno strumento facilmente e immediatamente fruibile, abilitante ad una visione olistica del business e del marketing” afferma Luca De Giorgi, Head of Data Analytics ed Equity Partner di Dataz.

“Con la piattaforma e i software Hiop, Dataz può proporre ai propri clienti un SaaS scalabile basato su dati e intelligenza artificiale. Le risorse vengono concentrate su attività a valore aggiunto come la costruzione dell’esperienza degli strumenti e dei modelli di AI, anziché sullo sviluppo di connettori e ingarbugliate integrazioni di dati che con il tempo risultano un peso e un limite per la scalabilità dei progetti. La tecnologia Hiop supporta gli sviluppatori e i data scientist nel loro lavoro, permettendo di focalizzare tempo ed energie sull’analisi, l’interpretazione e la messa in azione dei dati, piuttosto che sulla mera configurazione di strumenti, pulizia e rattoppo” afferma Giacomo Barone, CEO e Co-Founder di Hiop.

“Grazie alla nostra tecnologia, Dataz non solo centralizza e arricchisce i dati, ma li rende immediatamente operativi, offrendo così ai suoi clienti insights strategici di primaria importanza. Questa collaborazione punta a colmare il gap tecnologico, specialmente tra le startup, fornendo strumenti accessibili per tradurre l’innovazione in un reale vantaggio competitivo” afferma Vincenzo Marino, CCO & Co-Founder di Hiop.