Salta al contenuto
Aziende e carriereEsterne

NASCE ALBEDO VENTURE, IL PRIMO FONDO CHE PERMETTE AI CREATOR DI INVESTIRE LA LORO VISIBILITÀ IN START-UP

MEDIAKEY

Il mondo dell’influencer marketing e della creator economy sta assumendo una rilevanza centrale nel panorama della comunicazione, con un peso economico e mediatico sempre maggiore. Solo in Italia nel 2023 sono stati spesi 323 milioni di euro, secondo i dati diffusi da UPA, con una crescita del 10% anno su anno. Tuttavia, con la maturazione di questo settore, emerge chiara la necessità di evolvere oltre la logica riduttiva del mero scambio soldi-visibilità che fino ad oggi caratterizza la maggior parte delle transazioni tra aziende, agenzie e influencer.

I creator non sono dei semplici “megafoni” a servizio delle aziende, ma talentuosi professionisti e imprenditori in grado di creare valore reale di business. Allo stesso tempo, le startup meritano partner che contribuiscano concretamente al loro sviluppo, non solo visibilità effimera, slegata da un effettivo ritorno dell’investimento.

Ed è proprio in quest’ottica che si inserisce Albedo Ventures: non più il classico scambio pagamento-post, ma una partnership virtuosa dove creator e startup crescono insieme. I creator ottengono equity delle realtà supportate, condividendo upside finanziario e reputazionale derivante dalla crescita. Le startup trovano nei creator soci autentici e coinvolti, che attraggono il pubblico giusto e accelerano traction e funding.

Karim De Martino, pioniere dell’influencer marketing in Italia e co-founder di Albedo, ha dichiarato: “da una parte guarderemo alle numeriche che rappresentano il reale valore di ingaggio con la propria audience, come la capacità di creare engagement e conversioni, andando oltre le ‘vanity metrics’, dall’altra ci focalizzeremo su profili rilevanti in specifici settori come tecnologia, sostenibilità, cucina, travel, benessere”.

“I creator costruiranno lo storytelling insieme alle strart-up, contribuendo con la loro esperienza specifica in ogni settore”, aggiunge Giuseppe Mayer co-founder , “Non si tratterà di un messaggio calato dall’alto a cui i creator dovranno prestare la loro voce, bensì di un progetto corale dove il content creator avrà un ruolo attivo anche nel contribuire con il suo personale TOV”.

I primi creator che hanno deciso di supportare il progetto sono Marcello Ascani, Dario Vignali e Alvise Ciotti (Blink46), tre importanti nomi del panorama italiano che non necessitano di presentazioni. Leader nelle rispettive categorie e riconosciuti per le loro capacità imprenditoriali, oltre che comunicative.