Salta al contenuto
EsterneTecnologie e app

Lens Fest 2023: Snapchat presenta Lens Studio 5.0 Beta per lo sviluppo AR avanzato

In occasione della sesta edizione dell’evento annuale globale Lens Fest, Snapchat, popolare piattaforma di visual messaging, ha presentato nuovi strumenti per la creazione di esperienze AR ancora più innovative volte a celebrare la creatività della community di sviluppatori e creator AR. Attualmente sono 330.000 gli sviluppatori che utilizzano la piattaforma AR di Snap, creando quasi 3,5 milioni di Lenti che nell’ultimo anno sono state visualizzate dagli Snapchatters più di 3.000 miliardi di volte. La mission di Snap è quella di offrire alla sua community AR in continua crescita gli strumenti più avanzati per realizzare esperienze all’avanguardia per la community e non solo, attraverso Camera Kit e Spectacles. Per questo Snapchat sta ricostruendo dalle fondamenta una nuova versione di Lens Studio, così da supportare uno sviluppo AR ancora più avanzato AR da parte dei team collaborativi.

Da oggi gli sviluppatori possono provare Lens Studio 5.0 Beta, che offre diversi nuovi vantaggi, tra cui:
– Aumento della produttività: puntando il focus sulle prestazioni per la creazione di progetti AR più complessi, ora i progetti si caricano 18 volte più velocemente.
– Nuove funzionalità AI: grazie alla collaborazione con Open AI per offrire una nuova API remota per ChatGPT, ora qualsiasi sviluppatore di Lenti può sfruttare ChatGPT nelle proprie Lenti, sbloccando nuovi tipi di apprendimento, modalità di comunicazione ed esperienze creative per gli Snapchatter. Inoltre, un nuovo generatore di maschere facciali 3D in pochi secondi consente a chiunque di creare la propria prima Lente potenzialmente virale, combinando Gen AI e capacità di mesh facciali all’avanguardia.
– Potenziamento della collaborazione di gruppo: 5.0 Beta supporta anche strumenti di controllo delle versioni come Git per una migliore gestione dei progetti, consentendo a più sviluppatori di lavorare su progetti contemporaneamente.

Oltre a questi nuovi strumenti, Snapchat cerca continuamente modi diversi per supportare gli sviluppatori nella costruzione del proprio business e del proprio pubblico sulla piattaforma. L’anno scorso sono state introdotte le Lenti con Digital Goods per consentire agli sviluppatori di creare modelli di business direttamente nelle loro Lenti. I Digital Goods sono ora disponibili per qualsiasi sviluppatore, così da offrire funzionalità AR esclusive all’interno di una Lente che gli Snapchatter possono poi sbloccare a pagamento. Inoltre, una nuova sezione di Lens Explorer promuoverà le Lenti con Digital Goods, consentendo agli Snapchatter di trovarli e provarli facilmente.

Il programma Lens Creator Rewards, iniziato quest’estate, ha riscosso grande successo offrendo una ricompensa mensile fino a 7.200 dollari per le Lenti più performanti in alcune regioni selezionate. Nel primo mese, hanno aderito al programma più di 45.000 Lenti, generando oltre 5 miliardi di interazioni con le Lenti da parte degli Snapchatter.

“Sono davvero impressionata dalla facilità di utilizzo di Lens Studio 5.0 Beta. La velocità di avvio è estremamente rapida e consente agli sviluppatori di aprire diversi progetti contemporaneamente per rendere i flussi di lavoro più efficienti. Inoltre, grazie alle nuove funzioni di IA generativa, lo sviluppo dei materiali è più facile che mai. Ora il flusso di lavoro per la creazione in AR è più snello, consentendo agli sviluppatori di creare i materiali direttamente all’interno di Lens Studio, invece di affidarsi a strumenti esterni. L’avanzamento delle funzioni di IA generativa all’interno di Lens Studio apre agli sviluppatori una creatività senza limiti!” ha commentato Jeetesh Singh, membro della Snap Lens Network.

“Lens Studio 5.0 Beta segna un enorme passo avanti per lo sviluppo AR perché mette a disposizione nuovi strumenti intelligenti che aprono possibilità illimitate, pur essendo incredibilmente facili da usare. Le nuove funzionalità di IA generativa semplificano il processo di creazione in un unico flusso di lavoro in Lens Studio, invece di dover utilizzare diversi strumenti esterni” ha concluso Inna Sparrow, membro della Snap Lens Network.